1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Question time, in aula solita solfa
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 09/07/2012 messa in rete alle 11:47:23
Question time, in aula solita solfa

Un question time trito e ritrito, quello di martedì 3 luglio scorso. Le solite interrogazioni con le solite risposte del sindaco, un copione che si ripete con stanchezza. Forse manca un po’ di fantasia da parte dei consiglieri interroganti ed in special modo di quelli dell’opposizione. Forse se da parte di questi ultimi, all’interrogazione di rito si accompagnasse anche un’azione propositiva in chiave seria e non populista, è probabile che l’attenzione dei colleghi della maggioranza potrebbe essere garantita. Invece è proprio questa attenzione che è mancata, se si pensa che a metà del question time gli scranni della maggioranza erano completamente deserti. A parte la presenza sporadica di qualche assessore in fase iniziale, per il resto della seduta è stata garantita la sola presenza del sindaco Fasulo che ha risposto per le rime alle domande dei consiglieri.

Ad aprire le danze è il consigliere Rocco Giudice (Pd) che ritorna sullo stesso argomento per la quinta volta nell’arco di un anno e mezzo. «Perché – chiede – non sono stati ancora installati i dissuasori di velocità in via Madonna del Rosario?”. Avrebbe voluto “cantargliele” direttamente all’assessore Ugo Costa di cui si rammarica per via della sua assenza. “Dovrebbe fare un altro mestiere – dice il consigliere democratico – visto che non riesce a mantenere le promesse». Per il sindaco, che risponde a Giudice, è ingiusto accanirsi nei confronti dell’assessore perché è il funzionario in fin dei conti ad esperire le pratiche e a predisporre le gare d’appalto.

Ancora Giudice, che condanna stavolta il volantinaggio selvaggio. Anche su questo Fasulo smentisce che non ci sia impegno da parte del comandante

Terza e quarta interrogazione vengono unificate. Entrambe parlano di balneabilità e condizioni igieniche del mare di Gela. I proponenti sono Cirignotta (Pid) e Siragusa (Udc). «In queste due settimane – dice Siragusa – in prossimità del porto rifugio l’acqua ha assunto un color giallo. Deve essere successo qualcosa al depuratore». Il sindaco risponde. «Ha elementi lei – rivolto all’interrogante con fare inquisitorio – per potere affermare che quell’inquinamento proviene dal depuratore? Le spiego che in quei due giorni gran parte della costa è stata interessata da quel fenomeno, giungendo fino a Licata. Le assicuro che sono state fatte anche delle analisi».

La quinta e la sesta interrogazione portano la firma di Gallo (pensiero libero). Egli stigmatizza la scelta di avere ubicato il mercato settimanale a Settefarine. Richiama anche le notizie di cronaca dei giorni scorsi, dei problemi di sicurezza, dei ritardi con cui viene aperto il mercato. Gallo torna sull’argomento delle strisce blu e sulla apertura dei parcheggi. Il sindaco comunica che per il parcheggio di Caposoprano sono in corso i lavori per l’apertura. Si attende l’arrivo di materiale e poi al costo di un solo euro vi si potrà parcheggiare per l’intera notte o per l’intero giorno. E’ ancora Siragusa a porre la settima interrogazione con la quale chiede al sindaco in che modo sono stati utilizzati i proventi delle royalties petrolifere relative agli anni 2010-2011. Lapidaria la risposta del sindaco. «L’impegno spesa – dice Fasulo – è stato approvato dal consiglio. Riguardo a quante persone sono state occupate, non sono in grado di poterle rispondere. Posso solo dire che i questi anni il bilancio comunale ha potuto garantire i servizi essenziali. Le royalties, infine, sono state anche impegnate per le normali attività, visti i tagli alla spesa imposti dalla legge». Insoddisfatto delle risposte Siragusa annuncia che si batterà per il futuro perché questi fondi non vengano continuamente distratti. «E’ una vergogna – conclude Siragusa – che si spendano solo 10 mila euro per il miglioramento ambientale”.

Sull’ottava interrogazione di Siragusa, il sindaco Fasulo rassicura che si stanno effettuando lavori di consolidamento sul costone del lungomare e che la vigilanza è massima.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120