1 2 3 4 5
Corriere di Gela | A Pozzuoli per evitare i play out
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 22/04/2003 messa in rete alle 11:13:32

A Pozzuoli per evitare i play out

In apparenza sembrerebbe una pura formalità, ma invero la trasferta di Pozzuoli nasconde numerose insidie. E proprio in ragione di ciò, la dirigenza del Gela, di comune accordo con il tecnico Ruisi, ha deciso di anticipare la partenza per la Campania, portando la squadra in ritiro per preparare con zelo la gara più importante della stagione.
I giocatori gelesi necessitano della massima serenità per non fallire un ghiotto appuntamento quale si presenta il dover affrontare una compagine già matematicamente retrocessa e con un organico nettamente inferiore dal punto di vista qualitativo. E‚ pur vero che la Puteolana nel girone di ritorno ha dato filo da torcere un po‚ a tutti, rinvigorita dagli innesti di un nugolo d‚atleti argentini che le hanno consentito di innalzare, seppur non di molto, il livello di competitività. Per superare i flegrei basterebbero novanta minuti disputati con grande abnegazione e impegno, sfruttando in campo la considerevole differenza di valori che verrebbe annullata soltanto da un approccio alla partita insufficiente da parte degli uomini di Ruisi.
Ma in che condizione psico-fisica si presenta il Gela nel match di Pozzuoli? Dal punto di vista mentale la situazione non è propriamente rosea, poiché il pareggio ottenuto dal Giugliano nel turno precedente all’ultimo secondo della sfida ha inevitabilmente avvilito l’intero ambiente giallo-rosso che già pregustava il successo, fondamentale ai fini del-la salvezza. Sotto l’aspetto fisico, al contrario, si può constatare un considerevole miglioramento della condizione atletica, un particolare positivo che induce a mantenere una certa fiducia in un esito proficuo della stagione, sebbene la situazione in classifica si sia complicata alla luce dell’aggancio compiuto dalla Fidelis Andria al gruppetto composto da Gela, Latina e Olbia.

In questo scorcio finale del campionato Ruisi non potrà contare sul-l’apporto di Lorenzo Battaglia, approdato a Gela come stella del torneo, in realtà una semplice meteora che ha comportato più danni che benefici al club giallo-rosso. Con il suo atteggiamento da primadonna Battaglia non ha facilitato il proprio inserimento nello spogliatoio, e anche in campo le sue prestazioni si sono rivelate al di sotto delle proprie potenzialità, manifestando una poco apprezzabile intenzione di svernare senza sudare qui a Gela, motivo per cui è apparsa come una inevitabile conseguenza la decisione della società di mettere fuori rosa il giocatore che ha reagito al torto subìto lasciando la città. Alcuni tifosi non hanno ben compreso tale scelta dirigenziale, poiché avrebbero preferito la chiusura del rapporto al termine della stagione, ma in verità l’anticipata epurazione di Battaglia rappresenta una vera e propria punizione per un elemento, altamente costoso, che non ha dimostrato alcun attaccamento alla maglia. Senza Battaglia e con un Erbini a mezzo servizio, Ruisi deve fare di necessità virtù per Pozzuoli, confidando in un risveglio definitivo di moviolone-Albano, autore di una bella rete nel turno precedente, e nei continui inserimenti di centrocampisti con il vizietto del gol quali Procopio e Lo Bue. Disponibile anche Colletto, il quale però siederà in panchina in virtù dell’eccelso stato di forma di Pappalardo, ormai titolare in queste ultime gare.

L’avversario. La Puteolana
Una retrocessione annunciata sin dall‚inizio del torneo. Una magra figura che non è andata giù ai dirigenti della Lega, i quali confidano sempre in uno svolgimento regolare del torneo di serie C con tutti i clubs competitivi. La caduta in serie D viene da molto lontano, in quanto già nella passata stagione la dirigenza flegrea aveva manifestato l’intenzione di portare titolo e squadra ad Ischia. L’opposizione dei tifosi granata ha impedito tale trasferimento, e per ripicca la società campana ha allestito per l’attuale campionato una rosa quasi imbarazzante per l’attuale livello della serie C, al fine di retrocedere e poter attuare quel progetto rimasto tale sino ad ora. Nel girone d’andata la Puteolana perdeva ovunque senza molta dignità, il successivo innesto di alcuni giocatori argentini ha conferito più forza alla squadra allenata da Di Costanzo, riuscendo a battere l’Olbia e a fermare il Latina nel girone di ritorno (da non sottovalutare il fatto che siano le due squadre che viaggiano a braccetto con il Gela). Due giovani della formazione campana faranno sicuramente strada: si tratta del difensore Terracciano e dello sguizzante attaccante brasiliano Fonseca, ma non è da ignorare l’altra giovane punta Marasco.


Autore : Paolo Cordaro

» Altri articoli di Paolo Cordaro
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2021 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120