1 2 3 4 5
Corriere di Gela | Tensione e confusione in Consiglio comunale
Edizione online del Periodico settimanale di Attualità, Politica, Cultura, Sport a diffusione comprensoriale in edicola ogni sabato
notizia del 11/03/2013 messa in rete alle 10:32:59
Tensione e confusione in Consiglio comunale

In un clima di confusione e di grande tensione il consiglio comunale mercoledì 6 marzo ha approvato il Piano comunale di protezione civile. Se non fosse per la scompostezza dei consiglieri e per un grave errore di percorso che ha visto un duro scontro verbale tra il segretario generale e il consigliere Peppe Di Dio, ci sarebbe veramente da elogiare l’organo consiliare per avere varato uno strumento di vitale importanza per una città a rischio come Gela. Purtroppo, il consiglio, impelagandosi in battibecchi procedurali, alla fine non è riuscito ad approvare il regolamento allegato al piano, che riteniamo avrebbe ottenuto l’ok nella seduta successiva (venerdì 8).

Lo schema di piano e di regolamento erano stati visionati nel corso di un incontro tra amministratori, dirigenti e consiglieri. Una sorta di pre-consiglio nel corso del quale sono state spiegane le dinamiche in modo da arrivare in aula e passare subito al voto. Solo che qualche consigliere (Rocco Giudice e qualche altro non ne avevano saputo) non era presente all’incontro ed è stato giocoforza da parte dell’assessore Costa illustrare il Piano ed il suo emendamento, entrambi approvati.

Dopo una sospensione per la presentazione di un emendamento, la seduta è ripresa con l'approvazione di due mozioni presentate da Farruggia, Lo Nigro e Ventura. Il primo, nel ritenere l’atto di grande importanza e sicuramente da approvare, ha proposto un emendamento legato ai possibili rischi di fumi ed esalazioni provenienti dalla vicina discarica Timpazzo.

«Nell’elaborazione del piano – ha detto l’assessore Costa – si è partiti dall’analisi del territorio e dalle risorse che il territorio stesso offre. Sono stati individuati i tipi di rischio: industriale, idrogeologico, sismico e quelli legati agli incendi boschivi. Sono state individuate le figure e gli enti cui sono demandati i vari compiti. Alla fine abbiamo indicato le procedure di emergenza che sono tra le più importanti. Formazione e informazione costituiscono gli ultimi capisaldi dello strumento comunale di protezione civile che è molto flessibile e perfettibile in prosieguo di tempo. Ci troviamo di fronte ad un atto storico per la città perché non tutti i comuni ne sono dotati».

Si è passati alla approvazione del regolamento, articolo per articolo e per appello nominale, su richiesta di Gallo. Lo Nigro, dopo l’approvazione dei primi due articoli, considerata anche la scompostezza generale e per accelerare i tempi aveva proposto che i restanti articoli venissero dati per letti. Dall’altra Gallo insisteva per la lettura articolo per articolo. A quel punto non si è riusciti a capire nulla e Cirignotta, che al momento presiedeva la seduta, ha scelto di far votare per prima la proposta di Gallo. Fatto il computo dei voti la proposta Gallo tra i voti contrari e gli astenuti, è risultata bocciata. Di Dio ha chiesto al segretario come si sia pervenuto a quel risultato. La risposta è stata che i voti contrari, senza computare gli astenuti, erano inferiori ai voti favorevoli. E qui sono scoppiate le polemiche sulle procedure nella confusione più generale.

Di Dio tra urla e accuse ha preteso che si adottasse sempre lo stesso metodo e cioè che i voti di astensione si sommassero ai voti contrari. Alla fine, per salvare capre e cavoli , il vice presidente Cirignotta si è assunta la responsabilità di aver letto male la proclamazione del risultato. Avendo quindi riletto il risultato, si è andati avanti votando articolo per articolo. Durante la votazione dell'art. 12 del regolamento però è venuto meno il numero legale. (presenti solo 15 consiglieri). Al 2° appello sono presenti i consiglieri Di Dio, Gallo, Biundo, Siragusa, Verdone e Morselli. Non essendoci il numero legale, la seduta viene rinviata, in 2° convocazione, al giorno 8 marzo alle ore 20,30.


Autore : Nello Lombardo

» Altri articoli di Nello Lombardo
In Edicola
Newsletter
Registrati alla Newsletter Gratuita del Corriere di Gela per ricevere le ultime notizie direttamente sul vostro indirizzo di posta elettronica.

La mia Email è
 
Iscrivimi
cancellami
Cerca
Cerca le notizie nel nostro archivio.

Cerca  
 
 
Informa un Amico Informa un Amico
Stampa la Notizia Stampa la Notizia
Commenta la Notizia Commenta la Notizia
 
㯰yright 2003 - 2022 Corriere di Gela. Tutti i diritti riservati. Powered by venturagiuseppe.it
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120